La laurea magistrale in ingegneria matematica spazia in vari argomenti grazie alla divisione in tre macroargomenti (finanza,calcolo scientifico e statistica) e alla capacità di questi argomenti di intersecarsi l’un l’altro dando vita a una formazione completa. Il corso non è facilmente accessibile dalle triennali che non siano ingegneria matematica, infatti in ogni caso vanno integrati esami fondamentali come calcolo delle probabilità, analisi III e matematica numerica.

COSA IMPARA LO STUDENTE DI INGEGNERIA MATEMATICA DURANTE IL SUO PERCORSO?

E’ difficile generalizzare le informazioni apprese dallo studente durante il percorso magistrale perché le tre macroaree, pur possedendo punti in comune, si differenziano molto per concetti e metodi di ragionamento.

ITINERARI TEMATICI

Come detto in precedenza ci sono tre grandi aree:

  • Computational Science and Engineering: la magistrale di calcolo numerico permette allo studente di apprendere nello specifico la modellistica matematica, ossia riuscire a descrivere tramite strumenti matematici e informatici fenomeni fisici di grande importanza. Per fare un esempio da questo tipo di studio derivano grandi attività di ricerca sia in campo medico come la modellizzazione del cuore e sia in campo sportivo come lo studio dell’aerodinamica delle automobili o delle barche a vela.
  • Statistical Learning: Questo corso magistrale approfondisce lo studio della statistica in tutte le sue sfaccettature come ad esempio  la statistica Bayesiana o la statistica non parametrica. Scopo di questo studio è sviluppare la capacità di prendere decisioni basandosi su dati statistici o ancora riuscire ad affrontare il moderno problema dello studio di grandi quantità di dati.
  • Quantitative Finance:Quest’ultimo percorso di studi è basato sullo studio dei mercati finanziari basati sulle conoscenze matematiche. Durante questo percorso ci si abitua a lavorare in un ambito particolare come la finanza affiancando le conoscenze matematiche a quelle pratiche di analisi di dati politici e sociali fondamentali nella previsione dei mercati.

 

SONO PERMESSE LE DOPPI LAUREE?

Sì, ci sono tre università affiliate con cui è possibile fare un percorso di doppia laurea:

  • École Polytechnique Fédérale de Lausanne(EPFL)
  • École Nationale Supérieure d’Informatique pour l’Industrie et l’Entreprise (ENSIIE)
  • Sorbonne Université

COSA FA UN INGEGNERE MATEMATICO NEL MONDO LAVORATIVO?

La formazione dell’ingegnere matematico trova applicazione in svariati rami del mondo lavorativo moderno. Sicuramente una preparazione basata sul calcolo scientifico è adatta a un’attività di ricerca interna a un’azienda o all’università, mentre per il ramo statistico il principale sbocco è quello dello studio dei dati e quindi si viene inseriti nelle, sempre più presenti , branchie aziendali dedite a questo scopo. Infine la magistrale in finanza quantitativa permette di lavorare in importanti banche di investimento quali la Goldman Sachs o JP Morgan.

QUALI SONO LE MODALITÀ’ D’ACCESSO ALLA LAUREA MAGISTRALE?

L’accesso a questo corso di studio varia in base all’università e alla facoltà di provenienza: Se si vuole accedere dopo aver ottenuto una qualsiasi laurea triennale al politecnico di Milano basta integrare alcuni esami, invece se la laurea triennale è stata conseguita in un altro ateneo è necessario, oltre all’integrazione d’esami tipici è necessario avere un voto di laurea maggiore di una certa soglia

DEVO AVERE UNA CERTIFICAZIONE IN INGLESE?

Sì, è necessario il B2

DOVE TROVO ALTRE INFORMAZIONI?

E’ possibile trovare tutte le informazioni presso il sito del corso: https://www.mate.polimi.it/im/index.php#ann
oppure presso il sito dell’associazione ingegneri matematici: https://www.aim-mate.it/it/

Se avessi ulteriori dubbi puoi contattare l’indirizzo: laurens.lanzillo@svoltastudenti.it.
Un caro saluto e in bocca al lupo per la scelta!
Il team di Svoltastudenti

 

it_ITItaliano
en_GBEnglish (UK) it_ITItaliano