Lo scorso martedì 16 Aprile è stato approvato in Consiglio di amministrazione il Bilancio Consuntivo del 2018 e il piano degli investimenti. L’analisi presentata dal Rettore Ferruccio Resta ha mostrato un risultato di esercizio di circa 28 mln€, un buon risultato per l’Ateneo.

Il punto all’o.d.g. successivo ha trattato il piano degli investimenti che il Politecnico affronterà nel breve e nel medio termine.

Il Piano strategico ha avuto le seguenti aggiunte su richiesta di rappresentanti degli studenti e dei docenti:

  1. Misure dedicate alla strumentazione e ai laboratori
  2. Sostentamento alle spese che studenti di Architettura e Design affrontano per le revisioni
  3. Ulteriori borse di studio per Phd
  4. Misure di consolidamento e nuove iniziative per la Didattica Innovativa
  5. Processo di Data Analytics per analizzare i percorsi degli studenti internazionali
  6. Maggiori risorse per la divulgazione scientifica

Il punto 2 è quello che spicca di più, il più importante per gli studenti! Siamo davvero fieri che questa nostra richiesta sia stata aggiunta. Nello specifico, si tratterà di buoni Poliprint dati alle fasce ISEE più basse per sostenere i costi di modellini e revisioni del valore di 50€ o 100€. Forse, già dal prossimo settembre sarà possibile utilizzarli!

Se vuoi saperne di più su tutti gli investimenti continua a leggere il report completo.


Le dichiarazioni del Rettore hanno confermato la volontà politica di cercare di essere efficienti nel funzionamento, di perseguire la qualità nei servizi e negli spazi e di essere lungimiranti negli investimenti garantendo gli obbiettivi del piano strategico dell’Ateneo.

Molto influente sarà il lavoro svolto dal team Polimi2040, un piccolo gruppo che ha pianificato delle ipotesi sul ruolo e sulla forma dell’università tra 20 anni. Le principali macroaree su cui si sono articolate le proposte sono i macro-trend e il ruolo dell’università, il Politecnico di Milano e il suo impatto nel futuro e le azioni strategiche di medio periodo.

La vision di tutto questo lavoro punta a tre obiettivi: formazione completa dell’Uomo e della Donna, sistema universitario europeo, Politecnico come motore di Milano. Tre tracciati molto ambiziosi ma chiave di uno sviluppo positivo dell’Università.

Si aiuterà la ricerca dal basso, finanziando Ricercatori di tipo A e Phd, costruendo nuovi laboratori per i dipartimenti di Chimica e DEIB. Si finanzierà la didattica, soprattutto quella internazionale e quella innovativa. In più, anche per i Team studenteschi ci saranno forti incentivi.

Anche gli spazi studio e biblioteche compaiono (ovviamente) tra le priorità con i prossimi interventi di Vi.Vi.Polimi. Forse ci sarà una possibilità che al BL28 lo spazio catering sempre vuoto diventi spazio biblioteca.

Lo sport universitario prende piede e l’Ateneo ha pianificato la fine della riqualificazione della zona Giuriati: campo in erba rifatto, pista di atletica nuova, campo polifunzionale al coperto, palestra interna, zona fitness esterna, spogliatoi e arredamenti e risistemazione completa dell’area.

Rientrano ancora negli investimenti interventi edilizi vari e la riqualificazione dell’area della Goccia. La tabella sottostante riassume tutto il quadro degli investimenti:

A presto!
Alessandro De Iasio ([email protected]) e Carlo Giovani ([email protected])

it_ITItaliano
en_GBEnglish (UK) it_ITItaliano