La magistrale di Electronics Engineering permette di affinare in maniera più approfondita le conoscenze acquisite nella laurea triennale, con un focus particolare sulla progettazione circuitale integrata di sistemi analogici e digitali.

L’INGEGNERE ELETTRONICO: COSA FA?

L’ingegnere elettronico ha delle spiccate capacità di problem solving applicabili in praticamente qualsiasi settore lavorativo.

Infatti la capacità dell’ingegnere elettronico è di utilizzare strumenti a propria disposizione (sia hardware che software) per progettare circuiti e sistemi che siano in grado di sviluppare tecnologie avanzate in ogni ambito.

È difficile pensare ad un settore che non faccia uso di componenti e strumenti elettronici, sia nello sviluppo ma soprattutto nel consumo.

QUALI SONO GLI SBOCCHI OCCUPAZIONALI?

Come già detto, l’Ingegnere elettronico può lavorare in praticamente qualsiasi settore. In particolare:

  • R&D in enti di ricerca tecnologica pubblici e privati;
  • Automotive;
  • Settore aerospaziale;
  • Elettronica consumer (audio, video, informatica, ecc..);
  • Sistemi per la telecomunicazione;
  • Industrie elettromeccaniche;

COME SI ACCEDE?

Il primo requisito per l’ammissione è il possesso della Laurea di primo livello. L’accesso al corso di Laurea Magistrale è garantito con una media superiore a 23/30 per gli studenti che hanno conseguito la triennale al Politecnico.

Per gli studenti non provenienti dalla triennale al Polimi, è necessario avere conseguito una laurea triennale (180CFU) con una media di laurea superiore a 24/30 e con i seguenti parametri:

  • almeno 30 CFU relativi ad attività formative di “base” nei SSD (Settori Scientifico-Disciplinari): MAT/02, MAT/03, MAT/05, MAT/06, FIS/01, CHIM/07, ING-INF/05;
  • almeno 15 CFU relativi ad attività formative “affini” nei SSD:  ING-IND/31, ING-INF/02, ING-INF/03,ING‐INF/04, ING-INF/07;
  • almeno 10 CFU relativi ad attività formative “caratterizzanti” nel SSD ING-INF/01 specifico di “Elettronica”.

È inoltre richiesto il possesso di un certificato di conoscenza della lingua inglese, secondo quanto riportato nel regolamento del Politecnico per tutti i corsi di Laurea Magistrale in Ingegneria.

 

COSA SI STUDIA? 

Il piano di studi di Ingegneria elettronica non è strutturato in Piani di Studi Preventivamente Approvati (PSPA). Il percorso è pertanto unico, con la possibilità di scelta tra alcuni esami.

I 120 CFU da conseguire sono così ripartiti quindi in insegnamenti specifici alla laurea di ingegneria elettronica. È possibile inoltre scegliere insegnamenti dalle tabelle TAB1/TAB2 (per un totale di 25 crediti) sempre affini ad elettronica oppure appartenenti ad altri corsi di studio.

 

PER QUANTO RIGUARDA ESPERIENZE ALL’ESTERO?

Esistono numerosi accordi con istituti europei ed altri enti. Le opportunità offerte sono:

  • il programma Erasmus che dura un semestre ed è estendibile al massimo ad un anno;
  • un periodo di studio in programmi speciali “extra-EU“;
  • un programma di Doppia Laurea, che prevede il conseguimento di una doppia Laurea Magistrale in un periodo di 3 anni (invece di due), di cui due trascorsi presso l’istituzione straniera partner;
  • un tirocinio presso aziende o laboratori universitari stranieri;
  • lo svolgimento della tesi di Laurea Magistrale all’estero.

DOVE TROVO ULTERIORI INFORMAZIONI?

Sito web di elettronica:

https://www.elettronica.polimi.it/

Regolamento per la laurea di Electronics Engineering:

https://www8.ceda.polimi.it/manifesti/manifesti/controller/extra/RegolamentoPublic.do?jaf_currentWFID=main&EVN_DEFAULT=evento&aa=2019&k_corso_la=476&lang=IT

In alternativa puoi scrivere una mail a laurens.lanzillo@svoltastudenti.it

In bocca al lupo per la tua scelta!

Il team di Svoltastudenti

it_ITItaliano
en_GBEnglish (UK) it_ITItaliano