Il programma di tutorato internazionale ‪Buddy System‬ partirà anche al Politecnico di Milano dal prossimo anno accademico. 500 matricole internazionali dei corsi LM di Leonardo e Bovisa verranno messi in contatto, ancor prima del loro arrivo, con uno studente italiano già iscritto al Polimi che darà loro informazioni circa i corsi di studio e la città di Milano e lo affiancherà volontariamente per un post-orientamento durante i primi 100 giorni del suo primo anno accademico. Siamo molto orgogliosi di questa oportunità che abbiamo costruito con l’Intenational Office di Ateneo. A brevissimo aprirà la call, non perdere occasione di partecipare!

Nello specifico, il progetto Buddy System è un programma di post orientamento, che viene avviato nel momento in cui lo studente incoming si immatricola al Politecnico. Seguendo il modello di alcune università europee e italiane, lo student incoming sarà abbinato a un “Buddy”: uno studente italiano che dare informazioni utili sulla città e sull’Ateneo, le strutture, nello studio; per risolvere i problemi (non prettamente procedurali, di competenza invece dello studesk) che il trasferimento comporta e per fare nuove conoscenze direttamente nella comunità studentesca di accoglienza. L’obiettivo raggiunto è una migliore integrazione degli studenti incoming con la comunità studentesca residente, e tanti benefici anche per gli studenti buddy: l’esercitarsi in una lingua straniera e l’approccio diretto con un’atmosfera internazionale, pur rimanendo nella propria città. Un’ottima oportunità per gli studenti interessati a svolgere un progetto di mobilità in futuro o quelli di ritorno da una già svolta e che soffrono della sindrome del “mal di erasmus”.

Lo studente in scambio che intende aderire a questo servizio riceverà un’email prima del suo arrivo con il nominativo dello studente del Politecnico che lo affiancherà nelle prime settimane di permanenza. Nelle università straniere iniziative di questo tipo esistono già da molti anni e gli studenti che vi prendono parte vengono denominati in diversi modi a seconda del Paese: “Buddy” , “Peer Advisor”, “Friend Tutor”, “Mentor”. 

Come abbiamo contribuito? Un’attività come questa sarebbe per noi associazioni e rappresentanti naturale, potendo contare sulle nostre competenze e sul nostro network di rappresentanti/contatti in tutte le facoltà, ma è necessario che il coordinamento del progetto sia effettuato dall’Ateneo per gestire i contatti degli studenti incoming e l’abbinamento con gli studenti politecnici. 

Così, oltre alle definizione delle linee guida del progetto, durante la Commissione Permanente Studenti dello scorso 26 Febbraio 2015 è stata avanzato ed approvato che il coordinamento di tale servizio rientri tra i compiti assegnati ad alcuni ragazzi selezionati con il bando per le collaborazioni alle attività di tutorato (150 ore) affiancati da noi rappresenanti degli studenti e studenti delle associazioni che già si occupano di integrazione internazionale, come ESN. Questo gruppo di lavoro di costuituirà la famiglia dei Buddy di Coordinamento, che coordinerà gli studenti del progetto in gruppi per le diverse Scuole dell’Ateneo. Il Buddy sarà in diretto contatto con lo studente incoming, e viene supervisionato direttamente dai Buddy di coordinamento.

Un altro aspetto fondamentale è il coinvolgimento ancora una volta delle associazioni e dei rappresentanti per la definizione di un calendario di iniziative culturali e sociali rivolte al gruppo dei buddy e degli studenti internazionali, per rafforzarne il legame durante i 3 mesi di durata del progetto: giiochi, eventi culturali, international evenings ed attività sportive.

Il reclutamento degli studenti buddy avverrà tramite una call aperta a tutti gli studenti italiani del Politecnico, che potranno candidarsi volontariamente a questo ruolo. La call verrà lanciata a brevissimo, quindi non perdere occiasione di candidarti!

en_GBEnglish (UK)
it_ITItaliano en_GBEnglish (UK)