La riunione del senato accademico di Febbraio si è aperta con la presentazione dell’iniziativa Polisocial Award 2018, un’iniziativa che ci vede tra le poche università italiane a sviluppare questo tipo di tematica.

Si tratta di “un’iniziativa che favorisce lo sviluppo della ricerca scientifica ad alto impatto sociale, finanziata con il contributo del 5 x mille IRPEF destinato al Politecnico di Milano.

L’edizione 2018 è dedicata ai temi di Cooperazione e Sviluppo e l’area geografica di riferimento per i progetti di ricerca è l’Africa. I progetti finanziati hanno come ambito tematico quello delle Città e Comunità Smart e propongono percorsi di ricerca multidisciplinare finalizzati a identificare piani di sviluppo locale.”

Il prossimo anno il tema sarà: sport ed inclusione sociale, abbiamo proposto di coinvolgere maggiormente gli studenti in questo ambito, a tempo debito ci lavoreremo.

 

È stata inoltre approvata la proposta di Piano di Mitigazione e di obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2 del Politecnico di Milano, volto a lavorare sulla riduzione delle emissioni di CO2, a seguito anche di quanto stabilito con l’accordo di Parigi.

Sono state analizzate le emissioni di chi frequenta il nostro Ateneo ed è emerso che la maggior parte di emissioni riguarda le modalità di trasporto e l’energia elettrica ad esempio.

Sono state fatte delle proposte volte alla riduzione di emissioni: l’ottimizzazione del trigeneratore delle sedi Leonardo e Bovisa, la sostituzione del 90% apparecchi illuminanti entro il 2025 e del 100% entro il 2030.

Arrivare a produrre 1MW nel 2025 e 2 MW nel 2030 tramite l’energia fotovoltaica, la sostituzione delle macchine frigorifere presenti in Ateneo, degli interventi sulle superfici opache e lucide degli edifici, una migliore regolazione della distribuzione freddo e caldo.

Ci si muoverà inoltre verso una mobilità più sostenibile: tramite politiche sul costo trasporto pubblico, accordi con carsharing e parcheggi, per arrivare a ridurre le emissioni per l’accesso al campus.

Si breve inoltre un miglioramento della quantità di carbon footprint a livello nazionale per quanto riguarda l’energia e il carburante per gli automezzi.

Si stabiliscono quindi gli obiettivi del 25% di riduzione delle emissioni per il 2025 e di 35% di riduzione nel 2030 rispetto ai dati del 2015.

Si propone in tal senso di coinvolgere maggiormente gli studenti, anche sul piano didattico.

 

Sono stati inoltre approvati i bandi di ammissione per l’A.A. 2019/2020 ai corsi di Laurea della Scuola del Design e al corso di Laurea in Urbanistica: Città Ambiente Paesaggio e quello delle tesi all’estero

È stato infine approvato l’accordo di doppia Laurea Magistrale con la Tsinghua University, per la Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni. È stato un risultato importante e non facile da raggiungere, che sicuramente fornirà possibilità nuove agli studenti della scuola AUIC.

 

Il Consiglio di amministrazione del 25/02 ha invece annunciato diverse novità nella vita del Politecnico.

Come ogni anno viene riapprovato il bando per le borse di studio per le tesi all’estero per l’A.A. 2018/19. Ricordiamo che per partecipare è necessario aver già definito il proprio progetto di tesi.

Il Politecnico sbarcherà anche in Abruzzo, tramite una convenzione scientifica col comune di Pescocostanzo (AQ) il cui scopo è quello di sviluppare iniziative congiunte di formazione e ricerca. La convenzione promuove un processo di condivisione di temi ritenuti centrali per la tutela e la valorizzazione dei sistemi urbani minori e del contesto paesaggistico di riferimento.

In prima attuazione vengono identificate le seguenti aree di interesse per la ricerca:

  • caratteri del paesaggio rurale e forestale
  • qualità dello spazio urbano e delle attività esistenti, residuali e di nuova concezione
  • economie per l’accoglienza e fruizione compatibile in contesti fragili

 

Per Piacenza e Cremona, invece, è finalmente arrivato il momento di rinnovare le mense universitarie. Come ben sanno gli studenti dei due poli territoriali, da Giugno 2018 è stato chiuso il servizio di ristorazione a causa della insostenibilità economica delle attività.

Per tale ragione il Politecnico ha avviato le procedure di gara per i servizi di ristorazione, tenendo particolarmente conto dei parametri di gara al fine di favorire la massima partecipazione anche degli operatori economici di piccola/media dimensione e agevolare la sostenibilità economica del servizio.

Si propone, inoltre, di ridurre l’orario minimo di apertura, per entrambe le strutture dalle ore 11.30 alle 14.30, in modo da ridurre i costi fissi di personale per il gestore durante orari di scarso utilizzo del servizio. In ogni caso il gestore avrà facoltà di effettuare orari di servizio maggiori, qualora se ne riscontrasse la sostenibilità economica.

Riteniamo importantissimo che i Polo Territoriali di Piacenza e di Cremona abbiano dei propri servizi di ristorazione, al fine di garantire un servizio base ottimale per studenti, professori e PTA. La vita studentesca passa anche dalla mensa e noi rappresentanti continueremo a vigilare sulla buona riuscita di questo servizio, tenendo presente tutti i possibili margini di miglioramento.

 

Un saluto

 

Alessandro e Carlo di Svoltastudenti

en_GBEnglish (UK)
it_ITItaliano en_GBEnglish (UK)