Scegliere il proprio percorso di laurea può presentare parecchi problemi: è difficile trovare le informazioni, capire quali siano i requisiti e i dettagli di ogni corso. Figurarsi poi una laurea magistrale come ingegneria meccanica, in cui ci sono tantissimi indirizzi possibili e solo l’imbarazzo della scelta! Partiamo ora con qualche domanda..

Di preciso cos’è la Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica – Mechanical Engineering?

Si tratta di un corso di laurea magistrale della scuola di Ingegneria Industriale e dell’Informazione. E’ fra i corsi di laurea più antichi del Politecnico di Milano  – presente al PoliMi fin dalla sua fondazione!

Chi può accedere a questo percorso? Devo per forza aver fatto la triennale in Meccanica?

Niente affatto! In particolare, i laureati in Ingegneria Meccanica, Ingegneria Aerospaziale, Ingegneria Energetica, Ingegneria della Produzione Industriale del Politecnico di Milano con piano di studio Propedeutico possono immatricolarsi senza nessun tipo di integrazione. I laureati che provengono da percorsi professionalizzanti o da altri corsi di laurea potranno immatricolarsi comunque, ma prima dovranno assolvere alcune integrazioni curriculari necessarie per affrontare al meglio questo corso di magistrale. Mentre si assolvono queste integrazioni gli studenti potranno comunque seguire le lezioni iscrivendo ai corsi singoli, per vederseli riconosciuti una volta superate le integrazioni e immatricolati.

Come è composto il piano di studi? 

Il primo anno di laurea magistrale è comune a tutti gli indirizzi: vengono affrontate in maniera più approfondita argomenti generali relativi al mondo dell’ingegneria (materiali, sistemi di controllo,…) per preparare al meglio i futuri ingegneri ai vari indirizzi nei quali affineranno le proprie passioni!

Sembra interessante, ma quali indirizzi ci sono?

Il corso di Mechanical Engineering – Ingegneria meccanica ha tantissimi possibili percorsi di magistrale. C’è davvero l’imbarazzo della scelta.

  • Production Systems: un percorso dedicato al mondo dei sistemi di produzione industriale, sia dal punto di vista di progettazione e installazione che dal punto di vista di gestione e manutenzione, con un occhio anche al fronte della qualità.
  • Mechatronicas and Robotics:  questo percorso si focalizza su progettazione di sistemi meccanici intelligenti e impianti automatici. Per questo si interfaccia con competenze e argomenti comuni anche all’ingegneria dell’automazione, elettrica e dell’informazione. 
  • Virtual Prototyping: un indirizzo focalizzato al processo di sviluppo di prodotto nella sua globalità. In questo indirizzo si impara a sviluppare un prodotto attraverso le più moderne tecniche di prototipazione virtuale e simulazione.
  • Internal Combustion Engines and Turbomachinery: qui si entra nel mondo dei motori e delle turbomacchine (compressori, turbine,…), focalizzandosi sia sul loro funzionamento e sulla loro installazione sia sulle problematiche energetiche ed ecologiche. Ampio spazio è dato inoltre alle soluzioni innovative oggi allo studio. 
  • Advanced Mechanical Design: ci spostiamo ad un percorso orientato verso la progettazione più pura. Questo indirizzo offre infatti tutti gli strumenti per progettare componenti e sistemi meccanici complessi e utilizzare nel modo migliore i materiali. Vi sono inoltre corsi a scelta per completare la propria formazione attraverso approfondimenti sulla qualità, sulle simulazioni numeriche, sulla meccatronica,…
  • Advanced Materials and Manufacturing: questo percorso è focalizzato al mondo della produzione industriale. Fornisce gli strumenti per la scelta migliore di materiali e soluzioni tecnologiche innovative, utilizzabili sia all’interno di cicli produttivi e processi tecnologici (fonderie, acciaierie ma anche industrie di beni primari) sia in ottica sperimentale (pensiamo ad esempio a prove di laboratorio,…). 
  • Ground Vehicles: Questo percorso si occupa di veicoli terrestri, dalle automobili ai treni fino alle frontiere della mobilità. Ci si occupa della progettazione, produzione e gestione di mezzi di trasporto, con focus in particolare su sicurezza ed impatto ambientale.
  • Machine Tools and Manufacturing Systems: questo percorso si occupa dell’analisi e sviluppo di macchine utensili e sistemi di produzione. La sua particolarità è di prevedere alcuni insegnamenti e laboratori svolti presso la sede di Piacenza, ove vengono realizzati progetti di ricerca applicativa utili per la tesi e il successivo inserimento nel mondo del lavoro.
  • Mobility Engineering: un percorso dedicato al mondo dei trasporti e delle tecnologie ad esso relativo, costruito insieme al corso di ingegneria elettrica, i suoi studenti sono per metà provenienti da Mechanical Engineering e per metà provenienti da  Electrical Engineering. L’ideale se vuoi lavorare nel mondo della mobilità e dei trasporti!

Sono presenti doppie lauree?

Mechanical Engineering dispone di numerosi accordi di doppia laurea, sia con corsi del ramo di ingegneria industriale sia di ingegneria civile ed architettura. Nello specifico, i programmi di doppia laurea disponibili sono:

  • Mechanical and Management Engineering
  • Mechanical and Materials Engineering and Nanotechnology
  • Biomedical and Mechanical Engineering
  • Mechanical and Civil Engineering
  • Mechanical and Building and Architectural Engineering

Si tratta di percorsi estremamente innovativi, volti a dare a uno studente di Mechanical Engineering ancora più flessibilità!

Questi percorsi sono articolati su 180 CFU invece che sui 240 di due diverse lauree.

Dopo la laurea, cosa può fare un ingegnere meccanico?

Potremmo dire che l’ingegnere meccanico sia come il prezzemolo e vada bene ovunque: non mentiremmo. La versatilità di cui gode un laureato in Mechanical Engineering – Ingegneria Meccanica gli permette di occuparsi di qualunque settore, dai trasporti agli impianti fino alle frontiere della robotica. Lungi dall’essere “solo” un esperto di motori e macchine, dopo questa laurea potrai facilmente trovare un lavoro in qualunque impresa (o magari fondarne una tu stesso)!

Devo avere una certificazione in inglese?

Sì, è richiesto il livello B2.

Dove trovo altre informazioni?

Puoi trovare altre informazioni al sito http://www.ccsmecc.polimi.it/  . In alternativa puoi dare un’occhiata al regolamento di laurea  

https://www4.ceda.polimi.it/manifesti/manifesti/controller/extra/RegolamentoPublic.do?jaf_currentWFID=main&EVN_DEFAULT=evento&aa=2019&k_corso_la=483&lang=IT

 

Se avessi ulteriori dubbi puoi contattare l’indirizzo: laurens.lanzillo@svoltastudenti.it.

 

Un caro saluto e in bocca al lupo per la scelta!

Svoltastudenti Team

en_GBEnglish (UK)
it_ITItaliano en_GBEnglish (UK)