Loading...

Con l’entrata in vigore del nuovo calendario accademico restava ancora da sciogliere il nodo degli appelli di gennaio-febbraio utili per laurearsi in quella stessa sessione.

Da qui nasce la proposta presentata dai Rappresentanti dagli studenti in Consulta della Didattica e ratificata oggi pomeriggio dal Senato Accademico: variare le date degli appelli di Laurea di Ingegneria del mese di Febbraio 2018, posticipandole al termine della sessione, in modo da rendere fruibile anche agli studenti laureandi il secondo appello della sessione di gennaio-febbraio.

La proposta parte dalla constatazione che, a seguito dell’introduzione del nuovo calendario accademico e della riduzione a un solo appello (invece che due) per la sessione di esami di settembre, i laureandi di febbraio avrebbero avuto a disposizione, relativamente agli esami del secondo semestre, 4 appelli invece dei 5 precedentemente previsti.

Lo spostamento proposto consente di risolvere questo problema, rendendo tutti gli appelli della sessione invernale utili alla Laurea.

Allo stesso tempo questa soluzione garantisce la possibilità di risolvere un problema non da poco ai laureandi che hanno seguito corsi della Laurea Magistrali in sovrannumero: si potranno infatti sfruttare tutti gli appelli anche di questi corsi senza il rischio di perdere la possibilità di sostenere quelli posizionati in una data compresa tra l’ottenimento della laurea triennale e la successiva immatricolazione in magistrale.

Gli appelli di Laurea per la Scuole di Ingegneria Industriale e dell’Informazione e per la Scuola di Ingegneria Civile Ambientale e Territoriale sono stati quindi riprogrammati per il 2 marzo 2018 (1 marzo nei Poli Territoriali).

Le altre scadenze legate alla data delle Lauree (iscrizioni, chiusura verbali laureandi, immatricolazioni LM e altro) vengono posticipate in coerenza (ve le comunicheremo appena disponibili).

Per quanto riguarda la Scuola AUIC e la Scuola del Design non è stato possibile applicare lo stesso slittamento delle Lauree ed ottenere quindi che entrambi gli appelli di gennaio-febbraio fossero utili per laurea in quanto le Presidi di queste Scuole non hanno ritenuto possibile posticipare le scadenze legate all’ammissione in Magistrale e la conseguente compilazione del piano degli studi per l’allocazione dei laboratori. In merito a questo i nostri rappresentanti cercheranno di presentare proposte per migliorare la gestione dell’attuale sistema a partire dal prossimo Anno Accademico.